fbpx
itDa 15 anni online la guida turistica per far conoscere il Molise nel mondo
Richiedi info
Nome*
Indirizzo mail*
Messaggio*
* Accetto i Termini del servizio e l' informativa sulla privacy
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step
Salva nella lista dei desideri

Adding item to wishlist requires an account

2778
Molise Turismo > Vacanza cultura in Molise > Castelli e torri del Molise > Castello d’Evoli di Castropignano
Il Castello d'Evoli
di Castropignano

Per il turista alla ricerca dei veri castelli del Molise ti suggeriamo di visitare il Castello d’Evoli di Castropignano costruito intorno alla metà del XIV secolo, probabilmente edificato sui ruderi di una precedente fortezza risalente al tempo dei sanniti.

Era un importante roccaforte militare che controllava il tratturo Castel di Sangro-Lucera, dove passavano le attività della pastorizia in direzione della Puglia.

Durante la prima metà del XX secolo, a causa di un prolungato stato di abbandono e una non adeguata opera di manutenzione, subì un rapido degrado. Recentemente restaurato, domina dalla sommità del colle sul quale si trova la Valle del Biferno.

All’ingresso del castello, si può osservare un’antica iscrizione riportante la data 1683 con lo stemma della famiglia d’Evoli.

Il castello si erge sulla spianata a strapiombo sulla valle del Biferno, raggiungibile da via Salita San Marco, poi via Marconi e via Castello.

Anche se le sue origini sono di epoca normanna, il suo nome fu legato alla famiglia d’Evoli, che lo governava già nel XIII secolo.

La famiglia edificò la torretta Sud, ammodernando gli interni e le sale di rappresentanza e costruendo i locali sotterranei dedicati alla servitù.

In passato era circondato da un grande fossato che dava in direzione del centro abitato e in seguito fu sostituito da una cinta muraria e da due grossi torrioni che collegavano il castello al paese.

Una leggenda racconta che nel castello ci fossero ben 365 camere, una per ogni giorno dell’anno, ma oggi a causa delle devastazioni delle guerre, nonché alla mancanza di attente manutenzioni e restauri, fu perduta la scalinata monumentale settecentesca di Silvestri da Sepino e le arcate del loggiato interno.

Negli ultimi anni del Novecento importanti lavori di recupero riportarono il castello agli antichi splendori rendendo possibile la sua visita.

Un pò di storia

Il castello fu realizzato da Giovanni d’Evoli barone di Frosolone (Isernia) e nobile di famiglia normanno nel 1362 recuperando i resti di una rocca sannita, anch’essa probabilmente edificata su preistoriche fortificazioni.

Nel corso del XV-XVI secolo il castello fu ampliato, divenendo una vera e propria residenza nobile e nel 1636, Giambattista D’Evoli, lo rese un gioiello nel suo genere con arazzi e tele, a testimonianza della ricchezza e del potere della famiglia.

Fu venduto intorno al 1683 ad altre famiglie, che per sanare debiti economici lo svuotarono di gran parte del suo corredo tanto che nei primi anni del Novecento fu addirittura abbandonato cadendo in breve tempo nel degrado.

Fu solo di recente che la Soprintendenza dei Beni Culturali della Regione Molise si interessò alla sua importanza e mise in atto un’oculata operazione di Restauro

Località

Il Castello D’Evoli di Castropignano
86010 Castropignano CB
(Ottieni indicazioni Google Map)

Castello D'Evoli di Castropignano

Mappa

Mangiare e dormire

Mangiare nelle vicinanze del Castello D’evoli di Castropignano

Le migliori proposte per provare la gastronomia a Castropignano:

 

Dormire nelle vicinanze del Castello D’evoli di Castropignano

Le migliori proposte per provare l’ospitalità di Castropignano:

 

Foto