Ferrazzano

Nel tuo viaggio alla ricerca delle bellezze del Molise, ti suggeriamo di visitare il piccolo borgo di Ferrazzano, un gioiello per scoprire importanti attrazioni storico-culturali presenti tra le suggestive vie del centro storico.

Situato in posizione dominante su un colle oggi Ferrazzano si eleva come vedetta naturale in una delle punti importanti e antiche vie di comunicazione, dalla quale è possibile osservare un panorama che spazia dalla catena delle Mainarde a quella del Matese, fino alla Maiella, oltre che sulla città di Campobasso.

L’antica Ferentino, oggi  fu fortificata dai sanniti con una imponente muraglia a tratti ancora visibile e offre oggi al visitatore l’opportunità di un interessante passeggiata nei vicoli del centro storico.

Le sue caratteristiche medioevali sono visibili nel Castello Carafa, tra i più importanti castelli del Molise, testimone di eventi personali e privati che hanno alimentato leggende e racconti ancora presenti nella memoria popolare.

Da visitare
– La Chiesa di Santa Maria Assunta  (con il suo portale di impronta romanica, un prezioso pulpito poggiante su quattro colonne e una fonte battesimale).
– Il Castello baronale di Carafa ( dichiarato di interesse particolarmente rilevante con un decreto del ministero dei beni culturali ed ambientali del 21 marzo del 1981)

Curiosità
Tra gli emigrati in America di origine ferrazzanese è da citare l’attore cinematografico Robert De Niro. Da segnalare, anche l’interessante realtà del TFS LOTO (Tribeca Ferentinum Studio – Libero Opificio Teatrale Occidentale), anche detto Teatro del LOTO: un piccolo gioiello scenico, considerato da tanti fra artisti, operatori e pubblico “Il più bel piccolo teatro d’Italia”.

Patrono: Sant’Antonia di Padova (13 Giugno)
Prodotto tipico:
Piatto tipico:
Riconoscimenti: grazie alla tipicità e omogeneità del centro storico nonché per la cura e la manutenzione dell’arredo urbano il paese di Ferrazzano ha ottenuto il riconoscimento di “Bandiera Arancione“, un marchio di qualità turistico-ambientale conferito dal Touring Club Italiano ai piccoli comuni dell’entroterra italiano (massimo 15.000 abitanti) che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità.