fbpx
itDa 15 anni online la guida turistica per far conoscere il Molise nel mondo

Roccamandolfi

Roccamandolfi è un comune italiano di 940 abitanti della provincia di Isernia in Molise.

L’etimologia di Roccamandolfi è di origine longobarda, ovvero Rocca di Maginulfo, appartenente alla famiglia reale, che ricopriva la carica di Castaldo d’Aquino al termine del IX secolo. Per corruzione linguistica in seguito il toponimo divenne Roccamandolfi.

Monumenti e luoghi d’interesse:

– Santuario di San Liberato
– Chiesa dei Santi Martiri
– Chiesa di S. Giacomo il Maggiore
– Castello Longobardo-Normanno
– Croce Viaria
– Parco Trainara
– Tre Croci
– Piazza Marconi
– Ponte Tibetano
– Ponte di San Bernardino e Macchialonga

Eventi e feste
– Festa di San Liberato. Vengono venerate le spoglie del Martire presenti nel santuario. Si svolge la prima domenica di giugno. Un tempo i pellegrini di tutto il Matese campano e molisano si recavano in visita dal santo per i quindici giorni prima e i quindici giorni dopo tale data. Oggi gli stessi si recano in pellegrinaggio a Roccamandolfi solo dal venerdì precedente secondo un calendario prestabilito. I festeggiamenti comprendono i fuochi d’artificio. modifica
– Giornata del pastore (a Campitello di Rocca). Simple icon time.svg Verso la metà di luglio. Manifestazione di carattere agro-pastorale con degustazione di prodotti tipici. modifica
– Festa di San Giacomo Maggiore. Simple icon time.svg 25 luglio. Negli ultimi anni alle manifestazioni religiose (processione e santa Messa) sono state abbinate anche la “Gnoccata” o sagra degli gnocchi e una manifestazione di interregionale di costumi e balli della tradizione folkloristica centro-meridionale. modifica
– Festa di San Donato. Come in molti altri centri del Molise e del centro-sud Italia, a Roccamandolfi si venera San Donato d’Arezzo. Il 6 agosto a Roccamandolfi si tengono processioni, sante Messe in onore del Santo e delle manifestazioni musicali (concerti gratuiti)

Villaggi - Ristoranti

Casale Maginulfo

0