Se sei alla ricerca delle vere tradizioni e dei luoghi di interesse, ti suggeriamo di visitare uno dei musei più caratteristici della regione Molise: Il Museo della Zampogna di Scapoli.

Conosciuto in tutto il mondo per le sue zampogne e per la cura con cui vengono costruite, seguendo i segreti, i materiali (prevalentemente legno di ulivo e di ciliegio, pelle di pecora o di capra e canna) e le antiche tecniche tramandate e custodite gelosamente da un ristretto numero di artigiani.

L’istituzione del Museo della Zampogna è stata promossa dall’Amministrazione Comunale di Scapoli, per diffondere e valorizzare questa importante e antica tradizione e fare conoscere a sempre più persone la bravura degli artigiani locali.

Collocato sui tre piani del Palazzo ManciniIl Museo della Zampogna offre al visitatore esemplari unici di zampogne molisane e italiane, ma si potranno osservare anche strumenti scozzesi, irlandanesi, croati, unghereresi, polacche, rumeni, cinesi, indiani, tibetani e zampogna di altri paesi.

Le zampogne, esposte tenendo in considerazione le origini geografiche e l’epoca di costruzione, sono accompagnate da documentazione iconografica e letteraria.

Molto interessante sono anche la ricostruzione di un’antica bottega artigiana, una sala acustica per ascoltare i suoni delle zampogne, ma anche la sala video per coloro che volessero sedersi ad osservare filmati e documentari dedicati alla storia e alle antiche tradizioni della zampogna.

Orario di visita:
Giorni feriali estivi: dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30
Giorni feriali invernali: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00
Sabato e festivi estivi: dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30
Sabato e festivi invernali: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 17.30

Sito web: www.comunescapoli.is.it/ilmuseo.html